Cassazione conferma sentenze jihadisti

La Cassazione ha confermato le pene a carico di quattro jihadisti, arrestati nell'autunno del 2015 durante una retata a Merano. I quattro furono condannati in primo grado a Trento a pene fra i quattro ed i sei anni. Tra gli imputati Abdul Rahman Nauroz, che abitava a Merano ed è ritenuto il presunto reclutatore dell'organizzazione, condannato a Trento a sei anni di reclusione. Eldin Hodza (unico kosovaro del gruppo) e i curdi Abdula Salih Ali Alisa, alias 'Mamosta Kawa', e Hasan Saman Jalal, alias 'Bawki Sima', sono stati condannati rispettivamente a quattro anni di reclusione. Gli imputati attualmente sono rinchiusi nei carceri di massima sicurezza di Rossano Calabro e Nuoro. Il 28 maggio riprende invece a Bolzano l'udienza che vede imputati altri sei presunti jihadisti, tra cui il mullah Krekar, che attualmente si trova in Norvegia. Entrambi i procedimenti rientrano nella maxi-indagine della Dda di Trento che portò allo smantellamento della cellula terroristica "Rawthi Shax".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. L'Adige
  2. alto adige
  3. L'Adige
  4. alto adige

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Rio di Pusteria

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...